.: Gratitude

Do you feel grateful? I do. Maybe some people have been luckier than me, but I feel I have received a lot. I have received love, I have been given care, I have things that millions of (past and present) people will never have. So, I feel extremely grateful. Among some of the simplest things I feel grateful for there is food. Some dishes are even dearer to me, just because they remind me sweet people and joyful moments in life.

One of them is pasta al ragù, because I love my mum’s ragù and so this is like “a mum’s emotion” food

And a new joyful emotion food is pasta with salmon, ‘cause I recently enjoyed it with a special person who changed my feelings and thoughts from sad to happy.

I am also grateful to the living beings who were there to become my food. To the people who worked for taking it to me. For the universe who made me be here in this time and space, to enjoy all of this. Do you feel this is a bit too much? I don’t know. Ma pensateci. Pensate quando fate una doccia calda, che non è una cosa scontata per milioni di persone. Pensate quando mangiate cibo che arriva da migliaia di km. Pensateci quando un medico riesce a risolvere un vostro problema con una tecnica di cui fino a 50 anni fa nessun essere umano sulla terra poteva beneficiare. Pensateci. Think.

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario,
la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente
e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe,
tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,
provare gratitudine senza ricordare di che.

Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord,
qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,
la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri De Luca
da “Opera sull’acqua e altre poesie”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...